Menu

Maestoso Gargano

Maestoso Gargano

Io abito ad un soffio da qui. Quindi tutto il profumo, i sapori e i bagliori di cui vi dirò, li vivo pienamente sulla mia pelle e nella mia anima, ogni giorno.

Non si può non approdare in questo paradiso almeno una volta nella vita. Nè rimanere impassibili se per caso ci si ritrova tra questi angoli stupefacenti. Chi passa da qui vorrebbe restare a lungo, e ritornerà senz’altro, più e più volte.

 

Un tripudio di colori. Un’infinità di occasioni per recuperare e celebrare la bellezza di una natura selvaggia e pura, di una terra straripante.

Un tratto di costa plasmato dal monte Gargano che domina l’Adriatico e rende unico al mondo questo angolo della Puglia. Conosciuto anche come lo sperone d’Italia, Lungo i 200 m di costa, da Mattinata fino a Lesina, passerete attraverso baie che nascondono paesini e borghi, scogliere a strapiombo sul mare, natura rigogliosa da scoprire on the road. Tutto il territorio è sotto la tutela del Parco Nazionale del Gargano al quale appartengono anche la Foresta Umbra, la riserva marina delle isole Tremiti e i laghi costieri di Lesina e di Varano. Provare a stilare una lista delle cose da vedere nel Gargano è molto difficile. È una meraviglia da scoprire con lentezza, perdendosi tra le innumerevoli cose che assolutamente dovete fare: troverete percorsi naturalistici, grotte, castelli, santuari, laghi e boschi.

Non crediate, erroneamente, che il Gargano sia solo mare e spiagge rigogliose, è anche paesini assolati e rannicchiati nella loro placida culla.

Nel vostro tour non perdete una visita a Vieste, caratterizzata da un bellissimo borgo medievale e dominata da un castello risalente al ‘200 da cui godere di un favoloso panorama sul mare. A Vieste troverete anche la spiaggia di Pizzomunno, su cui aleggia una triste leggenda: tra le storie d’amore sospese tra leggenda e romanticismo che caratterizzano questa terra baciata dal sole e dalle bellezze naturali, c’è appunto quella di Pizzomunno e Cristalda https://www.villaggipuglia.com/articoli-leggenda-pizzomunno.php

Proseguendo nel tour raggiungete Peschici, un antico borgo protetto da mura di cinta. Qui non perdete una visita all’Abbazia benedettina di Santa Maria di Càlena e un aperitivo a un passo dall’acqua nei famosi Trabucchi, antichissimi strumenti di pesca diffusissimi in tutta la costa. Qui deliziarsi dinanzi a un tramonto, respirando la magia del mare antico e nuovo, è un attimo. Ed eccomi ..ammirata ed estasiata da cotanta magnificenza. In attesa del calar del sole, non ho fretta..

 

Dopo questa boccata di bellezza, continuate nel percorso di meraviglia e spostatevi poi a Rodi Garganico, un’intricata rete di stradine e casette che affacciano sul mare, e spingetevi nell’entroterra per raggiungere Vico del Gargano, uno dei borghi più belli d’Italia e famoso anche per il suo suggestivo e romantico vicolo del bacio.

 

 

Da qui potrete raggiungere la millenaria Foresta Umbra, nel cuore del parco del Gargano. Una riserva naturale protetta posta nella zona centro-orientale del Gargano, che vanta una ricca e antica vegetazione, talmente fitta da essersi guadagnata il nome di “Umbra”. Si tratta di una delle foreste meglio conservate d’Italia, oltre ad essere considerata la faggeta più bassa d’Europa. Qui i faggi, infatti, si trovano a quote molto più basse dei classici 800 metri, merito questo delle particolarissime condizioni climatiche del Gargano. Visitarla lascia davvero senza parole. È incredibile come a soli 15 km dalle dorate spiagge del Gargano, ci si ritrova in un ambiente a parte, quasi montano. Questo è il regno degli amanti della natura, del trekking, del ciclismo, ma anche degli appassionati di fotografia che, con i colori della foresta che mutano di stagione in stagione, qui realizzano scatti fantastici. Potete ammirarla come più vi piace: a piedi, percorrendo uno degli affascinanti sentieri predisposti, con escursioni in trekking, pedalando in mountain bike, o fermandovi semplicemente ad ascoltare i suoni della foresta e dei suoi abitanti: caprioli, cinghiali, faine, picchi e tanti altri.

 

 

 

 

 

Fate poi una lunga sosta a Mattinata, dove troverete le spiagge più belle di tutto il tratto di costa come i faraglioni di Baia delle Zagare, la spiaggia di Vignanotica e la spiaggia di Mattinatella.

E poi tanto, tantissimo altro, vi garantisco. E non mancherò di deliziarvi con un altro racconto dedicato ancora a questo angolo di emozione e meraviglia. Promesso.

Voi intanto valigia alla mano, andate a fare un giro di perlustrazione 🙂 !!

 

 

 

  • 154
  •  
  •  
  •  
  •  
    154
    Shares
Febbraio 19, 2019
Un tuffo nei cristalli di Croazia
Febbraio 27, 2019
Le sfumature ammalianti di Marrakech
Per rimanere aggiornato sulle ultime notizie iscriviti alla nostra newsletter inserendo il tuo indirizzo email: