Menu

Mille e una .. Dubai

Mille e una .. Dubai

Sfarzosa, modernissima, miracolosa. Da vedere assolutamente almeno una volta nella vita.

Dubai è un capolavoro dell’architettura, una città verticale sbocciata dal deserto, una delle destinazioni migliori per godersi il sole tutto l’anno e crogiolarsi su spiagge dorate prima di un cocktail in uno skybar con vista mozzafiato. Souk e mercatini tipici, i centri commerciali più grandi del Mondo e parchi acquatici a tema per nuotare con i delfini. Dal deserto al mare, dallo shopping allo sci, Dubai offre tutto quello che le città moderne possono solo sognare.

Prima di decidere cosa vedere a Dubai è importante sapere quando andarci. I mesi ideali sono quelli che vanno da settembre ad aprile, più miti. Durante i mesi estivi le temperature possono raggiungere i 50°C. Se decidete di partire a fine anno troverete un clima molto gradevole, e da marzo in poi anche l’acqua sarà più calda e perfetta per un bagno in mare.

Altra interessante precisazione e premessa, prima di addentrarci tra le meraviglie sopra le righe di questa eccentrica città: quanti giorni servono per visitare Dubai? Dipende. Un giorno intero potrebbe non bastarvi per girare uno solo dei suoi centri commerciali, però, se non pianificate di perdervi tra le boutique,  3 giorni potrebbero bastare. Il consiglio, inoltre, per chi si ferma qualche giorno in più, è che vale la pena abbinare alla visita di Dubai un giorno nella vicina Abu Dhabi.

Dunque, tanto per cominciare bene, e in accordo con uno dei detti più saggi “il mattino ha l’oro in bocca”, il primo consiglio è di deliziarvi con una colazione superlativa! E in questo The Observatory del Dubai Marriot Harbour Hotel, dove la vista sulla città è a dir poco ipnotizzante, è il Re delle location perfette. Ostriche fresche e pesce crudo, roast beef e agnello tagliato sul momento, buffet senza fine di contorni, formaggi, dolci tra cui strawberry cheesecake, trio di cioccolato, budino di riso, macedonia di frutta fresca. Il tutto accompagnato da champagne e cocktail a non finire. Serve aggiungere altro?

 

Io direi che, prima di assaporare tutto il gusto della modernità e del lusso di cui Dubai come poche altre è capace, è bene partire dal fascino antico della città vecchia, Al Bastakiya. Ai suoi margini, insediato in una antica fortezza, si trova il Museo di Dubai che ripercorre il passato commerciale della città. Bastakiya sorge in riva al fiume Creek, che la divide dal quartiere di DeiraQui troverete il Gold Suq, ovvero il famoso mercato dell’oro. Oltre ad ammirare tanto splendore, potrete anche contrattare i moltissimi “falsi d’autore”, perdervi tra i profumi del mercato delle spezie (cannella, zafferano, cumino, caffè arabo, ecc.), stoffe e souvenir. Potete traghettare da una parte all’altra del fiume e della città nelle abra (tipiche imbarcazioni arabe) per pochi dirham (moneta locale) e mescolarvi tra i pendolari.

Rimanendo in tema di tradizione, nella zona residenziale costiera della città si trova Jumeirah. Tra ville esclusive, macchine di lusso e bellissimi hotel, qui troviamo il simbolo della fede islamica e della cultura araba della città, la Moschea di Jumeirah, appunto. Grazie al suo candido colore bianco e ai due alti minareti la riconoscerete subito. Avvicinatevi per ammirare le sue cupole decorate, gli interni dedicati alla preghiera dei fedeli, l’abside e i maestosi lampadari. Il consiglio in questo caso èdi  badare bene al vestiario poiché le norme sono molo severe. Proibiti abiti corti, necessario foulard per le donne e piedi nudi per entrare.

Tra le cose da godere per prima, senza dubbio le spiagge, maestose e piene di sorprese…

Queste tra le più interessanti:

JBR: la Jumeirah Beach Residence si estende per quasi due chilometri e sul lungomare troverete tanti bar, ristorantini e negozi, oltre ad infiniti servizi per i bagnanti, tra cui cabine, docce, wi-fi, tennis club, dodgeball, giochi per bambini, palestra…

Kite Beach: sabbia bianca e tantissime attività possibili come surf, soap football, beach tennis, beach volleyball e kayak.

Mamzar Park: con pochi euro avrete a disposizione una grande spiaggia pulita e curata, con tanto di piscina e parco verde dove fare il barbecue.

Dopo una giornata di pure relax al sole e annaffiati dalle luccicanti onde della costa, si potrebbe pensare di far visita ad uno dei simboli moderni della città: il Burj Khalifa. Volete per caso eprdervi l’effetto che fa trovarsi in cima all’edificio più alto del mondo? Non credo proprio…

Alto 828 metri e composto da 124 piani, dalla terrazza “At the Top” avrete una vista mozzafiato sulla città, il deserto e il Golfo Persico. L’ascensore vola a ben 10 metri al secondo e i ticket si possono acquistare al piano terra del vicino Dubai Mall (il più grande centro commerciale del mondo), dove troverete anche qualsiasi cosa al mondo vogliate. Oltre alla vista spettacolare, il Burj Khalifa ha anche un hotel altrettanto mozzafiato: l’Armani Hotel Dubai, fratello dell’Armani Hotel Milano. Lusso e posizione unica, non credo serva aggiungere molto altro in merito, no?

Se siete giunti fin qui, di certo, siete affascinati dall’idea di fotografare uno degli hotel più incantevoli al mondo, se non il più strepitoso. Per quello che è, per quello che rappresenta, per quello che desiderereste ancora conquistare nella vita… Si, proprio lui, il Burj Al Arab Jumerirah, il celeberimo hotel “a vela”. Certamente proibitivo per il soggiorno (se siete nelle possibilità di godervelo allora meglio per voi ;-)!! Ma anche se non siete figli di un emiro, vale la pena fare una visita alla “Torre degli Arabi”, dal momento che la sua forma a vela lo ha consacrato a simbolo della città. Si trova a Jumeirah Beach, precisamente su di un’isola artificiale collegata alla terraferma da un ponte di 280 m. Tempio dell’eccesso e della stravaganza, definirlo incredibile non è esagerato, con le sue 202 suite, gli otto ristoranti e possibilità di svago fuori dal comune, non ultimo gli ipad placcati in oro per avere tutte le informazioni sulla struttura, che ovviamente possono essere acquistati.

Le camere di questo hotel sono vere e proprie case. Si va dai 170 metri quadri ai 780 della suite. Oltre all’immancabile vasca con idromassaggio, si può contare su un maggiordomo privato giorno e notte e arredi in oro e marmo a tema. Chi ancora ha qualche soldo da spendere può scegliere l’area benessere, giocare a golf, noleggiare barche a vela o catamarani o semplicemente accedere alla spiaggia attrezzata e alle piscine. Il tutto tra colori accesi, in particolare rosso, blu, oro e giallo.

I ristoranti rappresentano il vero valore aggiunto e chi non ha la possibilità di pernottare, può provare a prenotare un tavolo che, ovviamente, ha i soliti costi proibitivi. Se Al Mahara è il ristorante subacqueo dove si arriva in sommergibile al The Sky View Bar, il locale è sospeso a 200 metri sul livello del mare.Il Muntaha, invece, è perfetto per cocktail e tè, ma bisogna prenotare molti giorni prima.

Il Deserto è un’altra imperdibile attrazione e occasione di fascino e magia. Tante le avventure da vivere e le coccole da concedersi. Potrete sorseggiare tè, fare un tipico tatuaggio all’henné, salire su un cammello, sfidare i vostri compagni di viaggio sui quad, ammirare uno spettacolo di danza del ventre e, infine, provare una tipica cena nel deserto con barbecue, riso e tanti contorni gustosi.

Ma non finisce certo qui, tante e tante le attrazioni che vi lasceranno a bocca aperta, se avrete il tempo e le possibilità per viverle tutte intensamente!

Dopo una giornata di sole e deserto, riflettendo ancora su cosa vedere a Dubai, occorre rinfrescare corpo e mente con una tappa in uno dei parchi acquatici più grandi del Medio Oriente: l’Aquaventure Waterpark dell’Atlantis The Palm. Ben 17 ettari ispirati al tema Atlantide dove scivolare tra fiumi e Ziggurat. Oltre a visitare il parco acquatico dell’Atlantis The Palm potrete anche: ammirare strani pesci (65.000 incluse razze e squali) e nuotare nella hall in un acquario che tocca il soffitto; fare shopping lungo le Avenues sotterranee;sorseggiare un drink al tramonto al suo locale nella spiaggia, Nasimi Beach.

Ok, siamo giunti al tema dello shopping sfrenato, altro Must Have di Dubai, senza dubbio!

Dimenticate i chiassosi suq tunisini o marocchini (anche quelli pieni di fascino a mio avviso :-). A Dubai si respira certamente un’aria più rilassata: passeggiare tra le vie della città vecchia è piacevole e si possono fare buoni affari. Non dimenticate: qui vale la regola del contrattare, non accettate mai la prima offerta.

Per  chi invece cerca le grandi e piccole boutique di ogni tipo, siete arrivati in paradiso: qui è possibile fare shopping tax free e trovare di tutto. Tra i migliori: Mall of the Emirates: è quello del famosissimo parco sciistico, Ski Dubai. Vi lascio intendere la grandezza! Dubai Mall: qui trovate l’Aquarium e una pista di pattinaggio sul ghiaccio. Come vi ho già accennato, è il centro commerciale più grande del mondo: se non trovate quello che cercate, siete davvero esigenti!

E dopo un po’ di sano e sfrenato shopping, altro momento relax, stavolta fumando la tradizionale shisha. Il pensiero va subito allo Shades, locale dell’hotel The Address Dubai Marina dove la parola d’ordine è: chill out. Troverete una Infinity Pool illuminata e immersa tra i grattacieli della Dubai Marina, ambiente perfetto per una serata in completo relax tra amici. Qui potrete ordinare un cocktail, tè, oppure fumare la tradizionale shisha con diverse fragranze.

Direi che per il momento potrebbe bastarvi. e siete approdati qui per trascorre poco più di un week end il tempo è finito, e spero per voi solo quello ($$££ 😉

Ne riparleremo presto, con altri pazzi ed eccentrici suggerimenti per vivere al meglio questa meta extra ordinaria (eccome!)…

Booking.com
  • 75
  •  
  •  
  •  
  •  
    75
    Shares
Febbraio 28, 2019
Maldive: sogno o son desto?!
Marzo 21, 2019
Londra: piccoli angoli di incanto.
Per rimanere aggiornato sulle ultime notizie iscriviti alla nostra newsletter inserendo il tuo indirizzo email: