Menu

Il lago incantato di Bled

Il lago incantato di Bled

Gli autori delle fiabe hanno una grande fantasia, certo. Ma non è da escludere che anche loro abbiano le loro fonti di ispirazioni, e se così è, io ne conosco una davvero suprema e all’altezza delle migliori “c’era una volta”.

Il bello è che c’è tutt’ora, e continua ad affascinare gli sguardi attoniti dei suoi innumerevoli spettatori. Raggiungibile a sole due ore da Trieste, meta ambitissima della Slovenia nord-occidentale, il lago di Bled è uno degli scorci più suggestivi d’Europa e del mondo intero. Con il suo castello arroccato, l’isolotto con una deliziosa chiesetta protagonista, vegetazione e sorgenti rigeneranti intorno. Ricordo ancora perfettamente, a distanza di 6 anni dalla mia unica visita, il profumo d’amore, fascino e incanto che sprigiona questo angolo di meraviglia. Non a caso è tappa imperdibile per tutti gli innamorati che trovandosi da queste parti desiderano una location all’altezza dei propri cuori ardenti.

Numerose le leggende che si contendono la storia e le origini della valle incantata. Protagoniste fate arrabbiate, templi, e dee soavi. E ancora oggi, figlia di una delle tante leggende, pulsa una tradizione molto sentita e praticata: in occasione dei matrimoni celebrati nella chiesetta di Santa Maria Assunta (e sono tanti), è d’obbligo che lo sposo salga per tutti e 99 i gradini con la sposa in braccio. Ennesima ed eccezionale prova d’amore direi!

Oltre che dagli spiriti romantici e nostalgici, questa location è prescelta e ambitissima dagli amanti e professionisti della fotografia. Inevitabile. Scenari introvabili, genuini, e di una potenza scenica da far impallidire ogni tentativo di filtro e ritocco digitale.

Con i suoi 685 m di altezza, la collina Mala Osojnica è considerata il miglior bel vedere di tutta la valle. Da qui è possibile incorniciare il lago con l’isolotto e la chiesa di Santa Maria Assunta, il Castello di Bled che si staglia sull’acqua e, in lontananza, le maestose cime delle Alpi Giulie. Per raggiungere il castello, se siete amanti della camminata e del tracking, potrete avventurarvi nel percorso a piedi (circa 750 m) godendovi il paesaggio in maniera totale e assoluta. Per i più pigri(si fa per dire J), la cima è raggiungibile in pochi minuti con la macchina. Vi sarà utile sapere, comunque, che questo non è l’unico percorso indicato per gli escursionisti e non, ce ne sono anche altri, meno ripidi e più rilassanti, per godere a pieno della splendida vegetazione.

Scendendo giù verso lo scenario sottostante, ecco alcune pillole interessanti e utili.

Nel periodo che va da giugno a settembre, la temperatura delle splendide acque cristalline è favolosa, circa 26 gradi, grazie alle sorgenti termali che vi confluiscono. Il bagno dunque è d’obbligo, e rigenerante! Inoltre, si dice che non si è stati pienamente in questo angolo di paradiso se non si è fatto almeno un piccolo con la tipica imbarcazione del posto, la pletna: barchetta di legno, originaria del XVI secolo, capace di ospitare circa 20 persone, dotata di un piccolo tetto che ripara dal sole o dalla pioggia all’occorrenza, e guidata con sapienza dal suo rematore esperto, il pletnar. Fatevi assolutamente accompagnare all’isolotto, per visitare in tutta pace e dolcezza la chiesetta e il suo scrigno di natura verde smeraldo.

Valutate anche di concedervi una bella passeggiata intorno al lago, il percorso non è certo breve (6km circa per 1 ora e mezza di percorrenza), ma se vi trovate qui il vostro amore per la natura è spiccato, e anche in questo caso, come sempre, lei non vi deluderà!

Un periodo consigliato per evitare il massimo dell’affluenza e confusione è certamente quello autunnale-invernale: vi assicuro che il fascino e il mistero del lago abbracciato dalla foschia eterea, è qualcosa di eccezionale. Ma anche in primavera, soprattutto se optate per i giorni infrasettimanali, non dovreste patire particolarmente l’affollamento.

L’emozione di aver ammirato e vissuto questa culla ammaliante e rassicurante, mi accompagna e suggestiona ancora oggi, al solo pensiero, al solo ricordo. Sono certa che ritornerò, fosse solo per illuminarmi degli sguardi di meraviglia che mia figlia mi donerà…

Venite anche voi?

 

 

 

 

  • 161
  •  
  •  
  •  
  •  
    161
    Shares
Dicembre 6, 2018
Il ristorante sullo scoglio al centro dell’oceano
Dicembre 7, 2018
Il ristorante sottomarino più grande al mondo
Per rimanere aggiornato sulle ultime notizie iscriviti alla nostra newsletter inserendo il tuo indirizzo email: